Scegliere il miglior starter auto. Perché serve, è importante averlo in auto e come si usa.

Un avviatore di emergenza per veicoli è un dispositivo portatile che consente di avviare un’automobile quando la sua batteria si è scaricata o presenta malfunzionamenti. Questo dispositivo, noto anche come “jump starter” o “starter box”, è dotato di una batteria interna ricaricabile tramite la presa di corrente domestica.

Il procedimento per utilizzare l’avviatore di emergenza è semplice: basta collegarlo direttamente alla batteria dell’auto tramite i morsetti di alimentazione, e fornirà l’energia sufficiente per far partire il motore dell’automobile. Questo strumento si rivela particolarmente prezioso in situazioni di emergenza in cui l’auto non si avvia a causa della batteria scarica, e non si ha accesso a un’altra fonte di energia, come un’auto con batteria carica o un caricabatterie.

Quali sono i vantaggi più importanti che si hanno dall’uso di un avviatore di emergenza per batteria auto:

L’utilizzo di uno jump starter, o avviatore di emergenza per auto, offre numerosi vantaggi che possono essere molto utili in situazioni critiche. Ecco alcuni dei principali vantaggi:

  1. Avvio rapido dell’auto: Uno dei vantaggi più evidenti dell’uso di uno jump starter è la possibilità di avviare rapidamente l’auto quando la batteria è scarica o non funziona correttamente. Questo evita di dover aspettare l’arrivo di un’auto di soccorso o di cercare altre fonti di energia per far partire il motore.
  2. Portabilità e praticità: I jump starter sono dispositivi portatili e leggeri, facili da trasportare nell’auto o in borsa. Questo li rende comodi da utilizzare ovunque si verifichi il problema della batteria scarica, sia che ci si trovi in città o in luoghi remoti senza accesso a prese elettriche.
  3. Indipendenza dalla rete elettrica: Poiché gli avviatori di emergenza hanno una batteria interna ricaricabile, non dipendono dalla presenza di una presa elettrica o di altre fonti di energia per essere utilizzati. Questo li rende ideali per situazioni in cui non c’è elettricità disponibile.
  4. Funzioni aggiuntive: Alcuni modelli di jump starter possono essere dotati di funzioni aggiuntive, come porte USB per caricare dispositivi elettronici come smartphone e tablet, luci LED integrate per l’illuminazione di emergenza, e persino compressori d’aria per gonfiare pneumatici.
  5. Sicurezza: L’uso di un jump starter è generalmente sicuro, a condizione che vengano seguite le istruzioni del produttore. Riduce il rischio di dover fare affidamento su veicoli estranei o sconosciuti per ottenere assistenza, specialmente in zone isolate o pericolose.
  6. Risparmio di tempo e denaro: L’utilizzo di uno jump starter consente di risparmiare tempo ed evitare spese aggiuntive per il rimorchio dell’auto o per il soccorso stradale.

Queste sono le cose di cui dovresti tenere conto per riuscire a scegliere il miglior avviatore auto:

  1. Capacità della batteria: Uno dei fattori chiave da considerare è la capacità della batteria dell’avviatore di emergenza, misurata in ampereora (Ah) o milliampereora (mAh). Maggiore è la capacità, maggiore sarà l’energia disponibile per avviare l’auto. Opta per un modello con una capacità sufficiente per avviare il motore del tuo veicolo, tenendo conto della cilindrata e del tipo di motore.
  2. Potenza di avviamento: La potenza di avviamento si misura in picchi di corrente di avviamento (CCA). Più alta è la CCA, maggiore sarà la capacità di far partire il motore in condizioni difficili, come in inverno o in motori più grandi. Scegli un avviatore con una CCA adeguata alle esigenze del tuo veicolo.
  3. Portabilità: Considera la portabilità dell’avviatore. Un dispositivo compatto e leggero sarà più facile da trasportare e conservare nell’auto. Alcuni modelli includono una custodia o una borsa per un’ulteriore comodità.
  4. Tipo di batteria: Gli avviatori di emergenza possono utilizzare diverse tipologie di batterie, tra cui batterie al piombo-acido e batterie al litio. Le batterie al litio sono generalmente più leggere e hanno una maggiore capacità di mantenere la carica nel tempo, ma possono essere più costose.
  5. Porte di ricarica e uscite: Alcuni avviatori di emergenza sono dotati di porte USB o prese per caricare dispositivi elettronici come smartphone o laptop. Verifica quanti dispositivi possono essere caricati contemporaneamente e controlla le specifiche delle porte USB (ad esempio, USB 2.0 o USB 3.0) per una ricarica più veloce.
  6. Schermo e indicatori: Un avviatore con uno schermo e indicatori chiari e leggibili rende più facile monitorare la carica della batteria e l’avanzamento del processo di avviamento.
  7. Protezioni di sicurezza: Assicurati che l’avviatore di emergenza abbia protezioni di sicurezza integrate per prevenire cortocircuiti, sovraccarichi, inversioni di polarità e altre situazioni pericolose.
  8. Cavi e morsetti: Controlla la lunghezza dei cavi di collegamento e la qualità dei morsetti. Cavi più lunghi offrono maggiore flessibilità durante l’uso. I morsetti robusti e ben isolati assicurano una connessione sicura alla batteria dell’auto.
  9. Recensioni e valutazioni: Prima di acquistare, leggi le recensioni degli utenti e le valutazioni del prodotto. Ciò ti darà un’idea delle prestazioni e dell’affidabilità dell’avviatore di emergenza.
  10. Prezzo: Considera il rapporto qualità-prezzo. Cerca un avviatore di emergenza che soddisfi le tue esigenze senza spendere eccessivamente, ma fai attenzione a non sacrificare la qualità per risparmiare qualche euro.
  11. Garanzia: Controlla se il produttore offre una garanzia per il jump starter. Una garanzia può fornire una maggiore tranquillità e protezione in caso di problemi futuri.

Questi sono i passaggi da seguire per usare uno starter per far partire l’automobile:

L’utilizzo di un avviatore di emergenza per auto, noto anche come jump starter, è abbastanza semplice, ma è importante seguire alcune precauzioni per garantire la sicurezza. Ecco una guida passo-passo su come utilizzare un avviatore di emergenza:

  1. Assicurati che l’avviatore di emergenza sia completamente carico: Prima di utilizzarlo, assicurati che il jump starter sia completamente carico. Solitamente, i jump starter vengono forniti con un indicatore del livello di carica. Ricordati di caricare l’avviatore regolarmente, soprattutto se non viene utilizzato frequentemente.
  2. Spegni il motore dell’auto e rimuovi la chiave: Prima di procedere, assicurati che il motore dell’auto sia completamente spento e rimuovi la chiave dall’accensione.
  3. Colloca il jump starter vicino alla batteria dell’auto: Posiziona l’avviatore di emergenza in una posizione vicina alla batteria dell’auto. Assicurati che il cavo sia sufficientemente lungo per raggiungere la batteria senza sforzo e che i morsetti del jump starter non siano in contatto tra loro.
  4. Collega i morsetti del jump starter alla batteria dell’auto: I jump starter hanno due morsetti, uno rosso e uno nero. Il morsetto rosso è positivo (+), mentre il nero è negativo (-). Collega il morsetto rosso al polo positivo della batteria dell’auto e il morsetto nero al polo negativo.
  5. Verifica la connessione: Assicurati che i morsetti siano collegati saldamente alla batteria dell’auto e che non ci siano contatti incrociati tra i morsetti (rosso con nero). La connessione errata potrebbe causare danni sia all’avviatore che all’auto.
  6. Accendi il jump starter: Una volta che i morsetti sono collegati correttamente alla batteria dell’auto, accendi il jump starter seguendo le istruzioni del produttore.
  7. Avvia l’auto: Dopo aver acceso il jump starter, torna nell’abitacolo dell’auto e prova ad avviare il motore normalmente. Dovrebbe partire senza problemi, poiché l’energia fornita dal jump starter compenserà la mancanza di carica nella batteria dell’auto.
  8. Scollega i morsetti: Dopo aver avviato l’auto con successo, scollega prima il morsetto nero e poi quello rosso dalla batteria dell’auto. Assicurati di non toccare i morsetti tra loro o con parti metalliche dell’auto.
  9. Ricarica l’avviatore di emergenza: Dopo l’uso, ricarica immediatamente il jump starter per essere pronto per futuri utilizzi.

Ricorda di consultare sempre il manuale d’uso fornito dal produttore del jump starter specifico che stai utilizzando, poiché le istruzioni possono variare leggermente a seconda del modello. Inoltre, se non ti senti sicuro o non hai familiarità con l’uso di un jump starter, è consigliabile chiedere assistenza a un professionista o a qualcuno che abbia esperienza in questo campo.

Un avviatore di emergenza per auto può essere utile a tutti i guidatori, ma alcune categorie di persone potrebbero trarne particolare vantaggio. Ecco alcuni gruppi di persone che dovrebbero considerare l’acquisto di un avviatore di emergenza per auto:

  1. Guidatori frequenti o viaggiatori: Coloro che conducono l’auto frequentemente, sia per lunghi viaggi o spostamenti giornalieri, possono incontrare più facilmente situazioni di batteria scarica, specialmente se utilizzano dispositivi elettronici come telefoni cellulari o sistemi di navigazione durante i viaggi.
  2. Chi viaggia in zone remote: Se si viaggia in luoghi remoti o con poca copertura di rete stradale e possibilità di ricevere soccorso, avere un avviatore di emergenza può essere fondamentale per evitare inconvenienti in situazioni in cui non ci sono altre fonti di aiuto disponibili.
  3. Conducenti di veicoli più vecchi: Le batterie dei veicoli più vecchi possono avere una maggiore probabilità di scaricarsi o malfunzionare. In questi casi, avere un avviatore di emergenza può essere una soluzione pratica per evitare situazioni di fermo improvviso.
  4. Chi vive in zone con climi rigidi: In regioni con inverni freddi e rigidi, le batterie delle auto possono scaricarsi più velocemente. Un avviatore di emergenza può essere molto utile per evitare il rischio di rimanere bloccati a causa di una batteria scarica in condizioni climatiche avverse.
  5. Guidatori di veicoli a scarso utilizzo: Chi possiede un’auto che viene utilizzata solo occasionalmente o viene parcheggiata per lunghi periodi, potrebbe riscontrare il problema di una batteria scarica a causa dell’uso limitato. L’avviatore di emergenza diventa utile in queste situazioni per evitare inconvenienti all’avvio.
  6. Genitori e famiglie: Le famiglie che viaggiano con bambini possono apprezzare l’utilità di un avviatore di emergenza in caso di emergenze durante i viaggi, soprattutto quando è importante mantenere il comfort e la sicurezza dei passeggeri.

 


Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *